RS Feva, la barca dei campioni e delle famiglie

Nei giorni scorsi si è svolto presso il prestigioso circolo velico Fraglia Vela Riva, di Riva del Garda, la Zhik RS EuroCup 2010, regata spettacolare che ha visto il coinvolgimento di oltre 250 imbarcazioni del cantiere che produce le derive RS. SailBiz ha incontrato Claudio Brighenti, titolare della BoatTech srl, azienda veronese importatrice delle imbarcazioni inglesi LDC Racing Sailboats, nonché istruttore di vela FIV che può vantare dal suo vivaio campioni come Giulia Conti (numero uno al mondo nella classe 470), Luca Bursic (2°al mondiale 420 del 2000), Luca Dubbini e Giuseppe Angilella (titolari nelle nazionali olimpiche)

SB: Claudio tra le imbarcazioni RS che importi in Italia c’è il Feva, che barca è?
CB: Il Feva ha molteplici vantaggi sia tecnici che di prezzo che vengono dimostrati dal numero di barche vendute in un anno (circa 1000, il doppio più venduto al mondo negli ultimi 3 anni). In breve il Feva è una deriva molto duttile che ti permette di andare da solo in due ed eventualmente in 3 (come da omologazione CEE), può essere trasportato sulla macchina e l’albero viaggia dentro la barca è costruito in polietilene con metodo rotazionale che permette di avere zero manutenzione più resistenza e meno peso delle barche tradizionali.

SB: In Italia l’RS Feva è conosciuto?
CB: Dal 2009 l’ RS Feva XL è classe riconosciuta dall FIV e rientra nel nuovo PROGETTO UNDER 16 per lo sviluppo della vela giovanile. Nella serie RS abbiamo anche RS Q’BA simile al Feva ma senza Gennaker (la terza vela) con un costo ridotto e competitivo. E’ pertanto in via di diffusione ma il fatto che sia un’imbarcazione scuola riconosciuta ne enfatizza l’enormi potenzialità.

SB: I tuoi campioni hanno provato gli RS?
CB: Recentemente Giulia Conti ha fatto da prodiere ad Alessandra Dubbini (campionessa italiana optimist under 11 nel 2009) sull’RS 500 a testimonianza che sono barche da competizione ma anche per passeggiate in relax. In particolare il Feva è una barca per insegnare ai bimbi le tecniche del doppio in sicurezza, perché è una barca che lascia sempre il tempo di spiegare le cose. Praticamente una barca per equipaggi composti da padre e figlio. Mi viene da dire provare per credere, infatti siamo a disposizione per far provare le barche nel nostro TEST BOAT sul lago di Garda.

 

 

 

Per maggiori informazioni visitate il sito Boat Tech  dove ci sono immagini, filmati e i dati tecnici oltre al sito RS Feva per scaricare il volantino informativo.

 

Share