Sir Alex Thomson con Hugo Boss fa il record

Lo skipper britannico ha lasciato Ambrose Lighthouse (USA) il 17 luglio alle 19.09 GMT. Il 26 luglio alle 17:17 GMT ha superato la linea d’arrivo a Lizard Point (GB) dopo 8 giorni 22 ore 8 minuti di navigazione. A bordo del suo yacht da regata ha scelto di indossare gli occhiali da sole BOSS 0441/S, uno dei modelli della Collezione 2012 BOSS Black. Lo skipper britannico Alex Thomson – uno dei principali talenti della vela internazionale, che gode del sostegno di HUGO BOSS dal 2003 – ha fissato un nuovo record di traversata solitaria dell’Atlantico da ovest a est a bordo del suo IMOCA 60 “HUGO BOSS”. Durante la sua fantastica cavalcata da continente a continente ha scelto di indossare il modello BOSS 0441/S – uno dei nuovi occhiali da sole della BOSS Black Eyewear Collection 2012. Questo modello è perfetto per il tempo libero e le attività outdoor: le sue forme avvolgenti interamente in iniettato coniugano spirito fashion con requisiti tecnici all’avanguardia, come naselli, parasudore e terminai in gomma co-iniettata per un massimo comfort e lenti polarizzate per la massima qualità della visione.

Il velista 38enne ha terminato la sua corsa giovedì 26 luglio alle 19:17 ora italiana (17:17 GMT) stabilendo il nuovo primato con il tempo di 8 giorni 22 ore 8 minuti (che dovrà essere ratificato dal World Sailing Speed Record Council), migliorando di oltre 24 ore il record precedente rimasto imbattuto per dieci anni e arrivando in tempo per ritornare a Londra per assistere alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi.

La traversata è durata pochi lunghi giorni – ha detto Alex Thomson all’arrivo –. La prima parte, dopo il via da New York, è stata caratterizzata da condizioni meteo favorevoli, ma poi più mi avvicinavo all’arrivo e più rallentavo. Stamane però il vento si è fatto sentire ed è davvero fantastico esser riusciti a battere questo record.

Alex era partito da New York il 17 luglio alle 19.09 GMT per percorrere 2800 miglia nell’intento di battere il record maschile di ciò che tecnicamente è definita “la traversata in solitaria da ovest a est, da Ambrose Lighthouse a Lizard Point, a bordo di un monoscafo Open da 60 piedi”, record che era stato fissato in 10 giorni, 55 minuti e 19 secondi dal navigatore svizzero Bernard Stamm 10 anni fa.

Il suo obiettivo secondario era tornare a casa in tempo per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra in modo da potervi partecipare insieme al suo presidente e buon amico, Sir Keith Mills.

Quando sono partito – ha aggiunto Alex Thomson – non potevo sapere se ce l’avrei fatta. Be’, è stata dura: il fatto di poter dormire poco o niente, qualche avaria alla strumentazione di bordo e una continua esposizione agli elementi atmosferici mi ha veramente messo alla prova. Ma è davvero una bella sensazione aver migliorato con così ampio margine il primato.

Ma la conquista del nuovo record non è tutto. Thomson infatti punta a essere il primo navigatore inglese a vincere la temutissima Vendée Globe, la regata in solitaria intorno al mondo, partendo dalla Francia in novembre a bordo di HUGO BOSS, il suo monoscafo da 60 piedi. E questo record dimostra che è in buona forma.

Questo tentativo di record era anche un’ottima opportunità per prepararsi alla Vendée Globe, ha concluso Alex. Eravamo dell’idea che questo tentativo di record mi avrebbe messo un po’ di vera pressione addosso e sono soddisfatto perché mi è servito davvero.

Thomson è uno dei tre skipper britannici che prenderanno parte alla celebre regata intorno al mondo per solitari senza assistenza che partirà da Les Sables d’Olonne in Francia, il prossimo 10 novembre. Attualmente solo il 50% dei tentativi di portare a termine quella che viene definita “l’Everest della vela” ha avuto successo.

Share