Tony Blair sale a bordo della Louis Vuitton Cup

Louis Vuitton continua il lavoro di pianificazione delle tappe del LV Trophy World Series e per sostenere la candidatura di una tappa in terra inglese, che permetta di allargare la fan base di Team Origin, ingaggia nel suo equipaggio Tony Blair. E con il caos AC tutto giova all’organizzazione di Mr Troublé
Tony Blair lavorera’ per Louis Vuitton. A rivelarlo e’ il Daily Telegraph, secondo il quale l’ex premier britannico sta chiudendo un contratto con la celebre azienda del lusso per iniziarvi a collaborare dalla fine dell’anno. Bernard Arnault, presidente della ‘Louis Vuitton Moet Hennessy’ e uomo piu’ ricco di Francia, fu ospitato a Downing Street quando Blair era primo ministro.

Un rapporto stretto tra i due: la figlia di Blair, Kathryn, trascorse tre mesi ospite di Arnault a Parigi per seguire un corso alla Sorbona. Secondo il quotidiano britannico, per l’ex premier, attuale inviato del Quartetto (Onu, Ue, Usa e Russia) per il Medio Oriente, si aprirebbe un chiaro conflitto di interessi.

L’ex premier britannico era gia’ finito nella bufera nel novembre scorso, quando il Mail on Sunday rivelo’ che stava per siglare un accordo con l’azienda alimentare ‘Telco’ per agevolare l’apertura di supermercati in Medio Oriente. Il compenso, se l’accordo si fosse concluso, sarebbe stato di circa un milione e centomila euro. L’ufficio di Blair smenti’ tutto.

Share