Un Salone per due: Toscana & Liguria si sfidano

E così il governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, sfida il governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, dando il proprio assenso alla realizzazione di un nuovo salone nautico a Viareggio. E’ notizia infatti di oggi, pubblicata dall’ANSA che è in via di definizione un evento nautico internazionale in primavera tra Versilia e Marina di Carrara aperto all’intero settore: a annunciare il progetto è Nautica Italiana, l’associazione cui aderiscono molti grandi marchi fuoriusciti da Ucina Confindustria Nautica e affiliata a Alta Gamma, che oggi afferma di avere ottenuto il sostegno della Regione Toscana. “Nautica Italiana – si legge in una nota diffusa oggi – ringrazia il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per aver fatto proprio e sostenere il progetto di evento nautico internazionale che prevede la messa a sistema attorno a un innovativo ‘Show del Mare’ con l’esposizione in acqua di imbarcazioni delle produzioni nautiche italiane e internazionali – lo Yare (a Viareggio), Seatec (a Marina di Carrara) e ShowBoats Superyacht Awards (Firenze)“. In realtà il tentativo potrebbe essere letto anche come una riconciliazione volta a pianificare e diversificare rami all’interno del comparto della nautica. I superyacht in primavera, il diporto in autunno. Tutto questo sicuramente ha un senso sempre nell’ottica che il concetto di Salone nautico ancora rispecchi opportunità di business. L’unico dato certo è che i due eventi hanno un profilo completamente diverso, target diversi e quindi forse sono privi di sovrapposizione e quindi funzionali l’uno all’altro. Auguriamo a Viareggio e Genova di lavorare e cooperare, ma soprattutto a UCINA & NAUTICA ITALIANA, di trovare un fil rouge di coesione all’interno del Made in Italy.

 

L’obbiettivo del progetto, spiega la nota, è di mettere in rete più eventi già esistenti ma programmati in diversi periodi dell’anno per dare vita all’inizio di maggio “a una manifestazione nuova, aperta a tutti i protagonisti del comparto che pone al centro l’eccellenza della produzione nautica internazionale e dei servizi a essa collegati”. L’annuncio arriva un giorno dopo la notizia della decisione di quindici principali gruppi italiani del settore – da Azimut/Benetti a Ferretti, da Baglietto a Perini – aderenti a Nautica Italiana di lasciare definitivamente Confindustria e alla vigilia della presentazione del prossimo Salone Nautico di Genova.

Dopo la bella notizia che ci ha dato il Governatore Rossi – ha detto Lamberto Tacoli, presidente di Nautica Italiana – oggi possiamo dire che lavoreremo da subito con il massimo impegno perché si realizzi, il prossimo maggio, questo evento che avrà sapore del cambiamento e interpreterà l’internazionalità del nostro settore. Siamo convinti che sia una opportunità di innovazione e di crescita per tutto il comparto nautico e per il Paese. Ribadiamo l’esigenza, che è anche nostra convinzione – continua Tacoli – che gli organizzatori siano soggetti autonomi e professionali e faremo il possibile affinché aziende leader del settore come Fiera di Milano possano collaborare con realtà già radicate nel territorio, come Carrara Fiere e altre, per la creazione di una piattaforma di reale contenuto internazionale. Crediamo che questo programma risponda alle caratteristiche del Progetto di Palinsesto di eventi che fin dall’inizio Nautica Italiana ha proposto alle istituzioni locali e nazionali nel rispetto dei ruoli e con intento costruttivo“. Un palinsesto, “che per Nautica Italiana consiste in una manifestazione internazionale primaverile outdoor dedicata alla media e grande nautica e un salone autunnale indoor dedicato alla piccola nautica e agli sport del mare e che auspica quale soggetto organizzatore una o più realtà fieristiche di capacità e eccellenza, ma autonome e sopra le parti“. (ANSA).

Share