UniCredit e Compagnia della Vela insieme per una settimana con i ragazzi de L’Aquila

La generosità del gruppo UniCredit, la passione della Compagnia della Vela, ma sopratutto il vento e il mare della Sicilia, lasceranno un ricordo indimenticabile ai giovani de L’Aquila che parteciperanno al Camp Velico “Sailing for L’Aquila”.
Si è svolto oggi presso la sede del Comune de L’Aquila alla presenza del sindaco della città, Massimo Cialente, dell’amministratore delegato di UniCredit Banca di Roma, Giovanni Chelo e del presidente della Compagnia della Vela, Andrea Papa, la presentazione del progetto “Sailing for l’Aquila” che porterà 20 ragazzi della città martoriata dal terremoto dello scorso anno a vivere una settimana di serenità provando l’emozione della vela nelle acque azzurre di Marsala.
 
“Ogni anno in occasione dell’UniCredit Sailing Meeting, l’evento aziendale che riunisce i dipendenti di tutta Europa del gruppo a regatare insieme – afferma Giovanni Chelo – raccogliamo una parte della quota d’iscrizione dei colleghi per supportare un progetto che unisca la vela al sociale. La cifra viene raddoppiata aderendo al programma gift matching della Fondazione Unidea. E’ quindi con particolare piacere che abbiamo deciso quest’anno di aderire alla proposta di Compagnia della Vela di donare il ricavato per avvicinare alle emozioni della vela i ragazzi de L’Aquila che tanto hanno sofferto”.

“Il progetto consta nell’organizzazione di un camp settimanale – dichiara Andrea Papa – in cui alle attività veliche su diverse tipologie di imbarcazioni si associano a momenti rilassanti che insegnino a costruire un rapporto speciale con il mare. Il camp si svolgerà presso il WindSicilia, il centro di Compagnia della Vela situato a Maragusa fra Marsala e Trapani, al confine con la riserva naturale dello Stagnone. Il Camp velico ha quindi l’obiettivo di coinvolgere 20 ragazzi della provincia de L’Aquila che sono stati sfortunatamente colpiti dalla sciagura dello scorso aprile, per vivere un momento indimenticabile e provare le emozioni dello sport della vela”.
 
 

Share