Unipi fa il punto su RE.TUR.N.

L’Università di Pisa da alcuni mesi sta coordinando il progetto di ricerca, sotto la responsabilità del Dipartimento di Economia Aziendale, denominato RE.TUR.N. – Portualità turistica e nautica da diporto in Toscana: analisi delle dinamiche strategiche e degli impatti socioeconomici. Il progetto è cofinanziato dalla Regione Toscana (Direzione Generale Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità) on il Bando Contributi 2008 in materia di “Ricerca ed innovazione in campo ambientale e territoriale”.
Il progetto RE.TUR.N. sta delineando le dinamiche strategiche, macroeconomiche e aziendali del settore della nautica da diporto e le sue relazioni con quello della portualità turistica, con riferimento al territorio toscano. Il risultato sarà un’analisi  scientifica della portualità turistica toscana e del connesso indotto della “diportistica”, per evidenziarne potenzialità di sviluppo e benefici derivanti per l’intero territorio, sia in termini di filiera, sia in termini di sviluppo socioeconomico della regione.

Per la natura dell’attività economico-aziendale e per le attuali caratteristiche territoriali (socioeconomiche), particolare attenzione viene riservata ai legami fra l’azienda “porto turistico” ed i suoi stakeholder, pubblici e privati: soprattutto cantieri nautici che producono imbarcazioni da diporto (realtà molto affermata in Toscana) e società a partecipazione pubblica potenzialmente coinvolte in operazioni di partenariato (project financing od altro), che costituiscono strumenti economici particolarmente importanti per lo sviluppo del settore e del territorio.

Per presentare i primi risultati del gruppo di lavoro dell’Università di Pisa, il Dipartimento di Economia Aziendale organizza il prossimo 18 gennaio a Grosseto un evento che avrà anche l’obiettivo di creare un “focus group” per analizzare criticamente i suddetti risultati e per portare avanti la ricerca con maggiore efficacia.

Il focus group sarà una preziosa occasione di incontro tra i principali attori del settore nautico (gestori delle infrastrutture portuali, amministratori e tecnici degli enti pubblici coinvolti, imprenditori della filiera nautica, ecc.), per far emergere aspetti rilevanti e per stimolare spunti di riflessione che contribuiscano a fornire una rappresentazione più efficace del settore stesso e delle sue esigenze.

Share