Vendée Globe Tracking Map

Vendée Globe 2020, superata la metà del percorso. Ecco la situazione

In questi giorni il mare sta regalando tante emozioni. Il Vendée Globe 2020 ha segnato un punto importante, è stata infatti superata la metà del percorso di regata. In cima alla classifica del Vendée Globe 2020 c’è ora Yannick Bestaven, che una settimana fa era terzo.

Nello specifico, al momento la classifica del Vendée Globe 2020, che ricordiamo in continuo aggiornamento e che può essere consultata sul sito ufficiale dell’evento, vede al primo posto Yannick Bestaven, al secondo Charlie Dalin e al terzo Thomas Ruyant. Jean Le Cam – protagonista qualche giorno fa della video chiamata con il presidente francese, Emmanuel Macron, per il salvataggio di Escoffier – è sempre al quarto posto. Stessa posizione anche per l’italiano Giancarlo Pedote, che si trova sempre al numero dieci della classifica del Vendée Globe 2020.

Il percorso del Vendée Globe 2020 è ora caratterizzato da tutto quello che comporta l’Oceano Pacifico. E il freddo si fa decisamente sentire. Bestaven ha raccontato: “Fa freddo, quando si va in coperta a manovrare, a montare una vela, fa freddo molto velocemente”. E ha fatto sapere: “Faccio funzionare il motore una volta al giorno per riscaldare un po’ l’interno per asciugare e riscaldare i piedi”.

Prima di avvicinarsi al nuovo percorso del Vendée Globe 2020 che vede come protagonista l’Oceano Pacifico e il grande freddo, lo skipper italiano Giancarlo Pedote ha rilasciato un breve resoconto e ha raccontato di avere fatto una doccia nell’Oceano Indiano, “l’acqua aveva una temperatura di 10°, ma è stata una vera doccia. Ho aspirato l’acqua di mare con la pompa di zavorra, mi sono lavato con la spugna, il sapone e mi sono persino lavato i capelli con lo shampoo. Ho cambiato i vestiti e ho un odore così buono che potrei persino andare a un matrimonio”.

Qui è possibile consultare la Vendée Globe Tracking Map 2020