Cantieri di Baia, nuove strategie e nuovi mercati

    Varato nei giorni scorsi il primo superyacht dei Cantieri di Baia, la nuova imbarcazione proietta il cantiere in nuovi mercati ed alla conquista di nuovi armatori.

Antonioe Roy Capasso, CEO e direttore marketing dei Cantieri di Baia, ha presentato sabato 15 novembre ad una esclusiva platea di giornalisti e clientiinternazionali e rappresentanti della pubblica amministrazione, la loro ultimacreazione : il Baia One Hundred,la modernissima ammiraglia che si aggiunge allagià ricca flotta , un maxi open lungo 31 metri e largo 7,34. Si tratta delprimo superyacht costruito da un cantiere napoletano,un cantiere che nonostantei venti di crisi non ha paura di investire sul proprio territorio,riuscendo arealizzare un prodotto di total quality, interamente made in Naples che ha giàal suo attivo un portafoglio ordini di 24 milioni di euro.

Unadecisione fortemente voluta e imprescindibile dalla policy del cantierestesso,quella di presentare il One Hundred nel proprio territorio,lì dove vienecostruito e dove si investe su maestranze altamente specializzate. Si tratta diuno scafo totalmente innovativo che nonostante le dimensioni rimane fedele allafilosofia che ha caratterizzato l’azienda napoletana fin dall’inizio, nel 1976,quella di realizzare scafi aperti, lussuosi e velocissimi, veri fast commuterma dotati delle più ampie comodità e di doti marine che si rivelano appienodurante la navigazione con qualsiasi mare. 

Share