Sorprese per le battute finali di Plymouth

Come da programma, sei dei nove team protagonisti dell’AC World Series Plymouth sono stati eliminati dal Plymouth Match Racing Championship, ma la sorpresa è che tra questi figura anche Oracle Racing Spithill. A far fuori Spithill, vincitore dell’evento di match race in quel di Cascais e oggi artefice dell’eliminazione di Green Comm Racing, è stato un sempre più convincente Team Korea. L’equipaggio di Chris Draper, uscito vincitore dai duelli contro China Team e Energy Team, è stato lesto ad approfittare di un inconveniente tecnico occorso al fiocco del quotato avversario, onde poi dimostrare di meritare la leadership grazie alla costante copertura dell’AC45 statunitense. Grazie a questa affermazione, maturata sullo sfondo di una giornata caratterizzata dal sole e da una brezza che in alcuni momenti ha soffiato attorno ai 20 nodi, Team Korea è volato in semifinale, dove incontrerà in un duello al meglio delle tre regate Artemis Racing che, dopo aver dominato la serie di qualificazione, ha osservato un turno di riposo.

Per Chris Draper si è trattato della seconda vittoria contro gli equipaggi di Oracle Racing: “Non ho niente contro di loro – ha commentato sorridente lo skipper britannico – Stiamo solo cercando di migliorare le nostre performance nel match race. Il nuovo format introdotto qui a Plymouth ce ne l’opportunità: la nostra esperienza è limitata, ma i ragazzi a bordo sono svegli e si danno un gran da fare”.
 
Dal canto suo, Spithill ha accettato la sconfitta con sportività: “Pare evidente che Team Korea ci abbia creato qualche problema, ma gli va riconosciuto pieno merito di quanto stanno ottenendo tra le boe. Oggi, purtroppo, abbiamo avuto qualche problema tecnico e non siamo riusciti a rientrare in gara”.
 
Ad aver già disputato la loro semifinale sono stati Emirates Team New Zealand e Oracle Racing Coutts. Un match che ha messo a confronto Dean Barker e Russell Coutts, già compagni di squadra nel 2000, quando alla guida di Team New Zealand difesero la Coppa America superando in finale Luna Rossa.
 
Ad imporsi sono stati i kiwi che, perso clamorosamente il primo match nonostante due penalità a carico di Russell Coutts, hanno reagito da par loro, chiudendo il duello con il punteggio di due a uno in loro favore al termine di un confronto non privo di emozioni e colpi di scena.
 
“Ci siamo complicati la vita non poco perdendo la prima regata – ha sottolineato Dean Barker, skipper di Emirates Team New Zealand – Tutte e tre le prove sono state molto combattute e siamo ovviamente soddisfatti di aver raggiunto la finale”.
 
Il Plymouth Match Racing Chmpionship si concluderà nel pomeriggio di domani. La giornata verrà aperta dalla semifinale tra Artemis Racing e Team Korea, proseguirà con lo svolgimento dei match validi per l’assegnazione delle piazze di consolazione e giungerà al termine con la disputa della finale al meglio delle tre regate.
 
Le regate possono essere seguite in diretta su: www.youtube.com/americascup. Sul canale YouTube è inoltre disponibile la conferenza stampa post regata, odierna cui hanno preso parte tutti gli skipper.
 
Regate di qualificazione
Green Comm Racing batte Aleph, 1-0
Team Korea batte China Team, 1-0
ORACLE Racing Spithill batte Green Comm Racing, 1-0
Team Korea batte ORACLE Racing Spithill, 1-0
Team Korea batte Energy Team, 1-0
 
Semifinali
Emirates Team New Zealand batte ORACLE Racing Coutts, 2-1

 

Share