Il Giudice conferma, adesso in mare!

Il giudice Kornreich invita i team a scendere in acqua; prima della regata non sarà fissata nessuna udienza ne presa alcuna decisione. Nel corso di una conferenza telefonica che si è tenuta oggi, Il giudice Kornreich della Suprema Corte di New York ha informato lo yacht club defender dell’America’s Cup, Société Nautique de Genève, e il challenger Golden Gate Yacht Club, che la Corte non prenderà in esame il reclamo del challenger americano prima dello svolgimento della 33a America’s Cup, in programma a partire dall’8 Febbraio.
Ciò significa che la 33a America’s Cup può proseguire come previsto dalla precedente sentenza della corte di New York e si svolgerà a Valencia l’8, il 10 e il 12 Febbraio prossimi.

“Questa è davvero una bella notizia. Siamo contenti che il tentativo di BMW Oracle di far squalificare Alinghi e vincere l’America’s Cup nelle aule di giustizia, sia stato respinto. Siamo impazienti di affrontare i nostri avversari e li aspettiamo sulla linea di partenza qui a Valencia l’8 Febbraio per regatare; qualcosa che non possono più cercare di evitare”. Queste le parole di Ernesto Bertarelli, due volte vincitore dell’America’s Cup raggiunto della notizia al ritorno dalla sessione di allenamento odierna.

Share