The Italian Sea Group

The Italian Sea Group ha presentato domanda di quotazione a Piazza Affari

Notizie importanti dal mondo della nautica italiana. Giovanni Costantino, alla guida del cantiere The Italian Sea Group, ha presentato a Borsa Italiana e alla Consob una richiesta formale di quotazione per il listino Star di Piazza Affari.

Tramite una nota, The Italian Sea Group ha fatto sapere che è stata ufficializzata presso la Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie presso il Mercato Telematico Azionario (“Mta”) e, ove ne ricorrano i presupposti, sul segmento Star, e ha altresì presentato formale richiesta a Consob di autorizzazione alla pubblicazione del Prospetto Informativo.

The Italian Sea Group, le informazioni sulla domanda di quotazione

Global coordinator dell’operazione per la quotazione di The Italian Sea Group è Intermonte, che agirà anche in qualità di sponsor e specialista; joint bookrunner è Berenberg; advisor finanziario è Ambromobiliareì; advisor legale è Dentons Europe studio legale tributario; advisor legale per il global coordinator è DLA Piper Italy. BDO Italia è la società di revisione incaricata e soggetto per lo svolgimento delle verifiche sul business plan e sul sistema di controllo di gestione. A curare i profili fiscali è Giulio Andreani dello studio legale tributario PwC TLS, mentre Long Term Partners/OC&C Italy agisce come advisor strategico per l’analisi del mercato.

The Italian Sea Group Spa

The Italian Sea Group, il cantiere con sede a Marina di Carrara, è un operatore globale della nautica di lusso. La società è stata fondata da Giovanni Costantino e realizza i motoryacht Admiral, Tecnomar e Tecnomar for Lamborghini, oltre a possedere dal 2010 il brand Nca Refit.

Di recente, The Italian Sea Group ha manifestato interesse – assieme ai cantieri Ferretti, Sanlorenzo e Palumbo Superyachts – per l’acquisto all’asta di Perini Navi.