Salone Nautico di Genova 2020, Bucci: “Nel 2022 a disposizione 400mila mq di darsene nautiche”

Si chiude l’evento che ha acceso i riflettori sulla nautica e sul capoluogo ligure. Una manifestazione che punta sempre più in alto

Ultima giornata per il Salone Nautico di Genova 2020 . Un evento particolarmente importante in quanto è stato il primo in Italia e l’unico in Europa dopo la diffusione del Covid-19. In occasione della conferenza stampa di chiusura della manifestazione, come riferito dall’Ansa , il sindaco di Genova, Marco Bucci, ha affermato:

 

Italian Genoa’s mayor Marco Bucci 

“Nel 2022 il Salone Nautico di Genova avrà a disposizione 400mila metri quadrati di darsene nautiche, un’opportunità per dire ai saloni di Cannes e Montecarlo ‘venite a Genova’, perché a Genova abbiamo una realtà importante con tutte le infrastrutture necessarie”.  Nel tirare le somme dell’evento, Bucci ha detto: “Non era una scommessa, abbiamo fatto quello che dovevamo fare come città facendo vedere le nostre capacità e potenzialità, devo congratularmi con Confindustria Nautica e gli uffici pubblici, che hanno lavorato per la buona riuscita dell’evento rimboccandosi la maniche”.

Secondo il sindaco del capoluogo ligure, “Genova deve diventare il Salone del Mediterraneo e siccome il Mediterraneo è il mare dove c’è l’80 per cento della nautica, potrebbe anche diventare il salone del mondo”.
Bucci ha infine fatto sapere che nel 2021 ci sarà la nuova darsena da 80mila metri quadrati in più e “nel 2022 terminando la costruzione del waterfront di Levante prevediamo di avere a disposizione altri 200mila metri quadrati in più, raddoppieremo gli spazi del salone raggiungendo 400mila metri quadrati”.