Finalmente il sole al Trofeo Presidi anche economicamente

La V  edizione del Trofeo dei Reali Presidi di Spagna termina sotto il sole e sono stati raccolti 5000 euro dalla lotteria per il “Progetto Burkina Faso”

Dopo la pioggia torrenziale di lunedì, il 2 giugno, già dalle prime ore del mattino, il sole ha fatto finalmente capolino a Talamone per la giornata conclusiva della V Edizione del Trofeo Reali Presidi di Spagna. Le imbarcazioni della flotta nord e sud riunite hanno tagliato la linea di partenza poco dopo le 10 di mattina con lo spinnaker a riva e con il faro di Talamone a fare da sfondo. Dopo aver attraversato il golfo di Talamone al lasco, le barche hanno girato la boa posta davanti a Porto Santo Stefano e sono tornate in bolina verso Talamone con una brezza sostenuta di 18-22 nodi da nord e sotto un cielo soleggiato.

Alle 16.30 in banchina è iniziata l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria organizzata a favore del “Progetto Burkina Faso”. Tra i molti premi, abbigliamento sportivo, vini, e 2 personal computer offerti dalla ditta Penta Primus. Anche gli introiti derivanti dai servizi fotografici realizzati da Sonia Marsini e Pierluigi Natali sono andati a favore dei Padri Camilliani che gestiscono l’ospedale “S. Camillo” a Nanoro.

Sono stati raccolti 5.000 euro a cui si andranno a sommare anche parte delle quote d’iscrizione alla regata.
Quindici figuranti del Gruppo Storico Reali Presidi di Orbetello hanno poi sfilato in costume cinquecentesco prima della premiazione assicurando divertimento per grandi e bambini.

Coppa del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana: Oceanis 37 “Colibrì” armatore On. Occhetto
Assegnato all’imbarcazione con il con il partecipante meno giovane.
“La Marina Militare Italiana è da sempre al fianco di questa meravigliosa manifestazione sia a terra che in regata con Antares” ha commentato l’Ammiraglio Biraghi, Presidente del Circolo della Vela Talamone. “Per la V edizione la Marina ha voluto istituire una coppa che premiasse la passione per la vela, uno sport per tutte le età. Prima o poi conto di vincerla io!”

Premio AMOVA (Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico): il tredicenne Daniele Rizzardi
Assegnato all’imbarcazione con il più giovane partecipante
“AMOVA è un’associazione benemerita del C.O.N.I. che raduna tutti gli atleti di qualsiasi disciplina riconosciuta dal CONI che abbiano vinto una medaglia d’oro alle Olimpiadi o un titolo mondiale. I 1950 medagliati dal 1896 ad oggi rappresentano la crema dello sport italiano nel mondo”, ha spiegato il Segretario Generale Raimondo Cappa. “Partecipiamo a eventi sportivi per premiare la soddisfazione di vincere nel rispetto delle regole, mirando a formare gli atleti già dalla gioventù.”

Share