Olimpiadi 2024, le decisioni del Comitato Olimpico Internazionale per la vela

Cominciano a prendere forma le Olimpiadi 2024. E ci nono novità per la vela. L’esecutivo del Comitato Olimpico Internazionale (Cio) ha approvato il programma di World Sailing, l’organismo di governo mondiale per gli sport velici. Via libera per Kite e 470 misto. In sospeso fino a maggio l’Offshore misto.

Tramite un comunicato, World Sailing ha fatto sapere di aver ricevuto conferma dal Comitato esecutivo del Cio in merito al programma dell’evento e alle quote degli atleti per le Olimpiadi 2024 di Parigi. Le decisioni sono state annunciate il 7 dicembre 2020 e sono giunte in seguito alla raccomandazione della Program Commission del Cio.

Olimpiadi vela 2024

Il Mixed Kiteboarding (Formula Kite) e il Mixed Two Person Dinghy (470) saranno presenti alle Olimpiadi 2024. Mentre l’evento di barca a chiglia offshore mista per due persone sarà riesaminato per valutare in modo adeguato la sicurezza e la protezione degli atleti. Su tale evento si deciderà non appena possibile, non oltre il 31 maggio 2021. Per quanto riguarda il numero degli atleti per la vela, esso sarà di 330. Una cifra inferiore rispetto ai 350 stabiliti per Tokyo 2020.

Vela olimpica 2024, il commento di David Graham

David Graham, ceo di World Sailing, ha commentato: “L’annuncio di oggi da parte del Cio segna un passo avanti positivo per mostrare la diversità e l’entusiasmo della vela ai Giochi Olimpici. L’elenco degli eventi, approvato dalle autorità nazionali membri di World Sailing, rappresenta davvero il panorama internazionale della vela con derive, keelboats, kiteboard, skiff e windsurf, tutto incluso nei dieci eventi. Questo cambiamento è stato un processo complicato da gestire. Colgo l’occasione per ringraziare per le migliaia di ore di lavoro svolto principalmente dalla nostra squadra di volontari”.

Il ceo di World Sailing ha quindi spiegato: “La competizione Mixed Kiteboarding sarà uno degli eventi più veloci dei Giochi Olimpici, dal momento che richiederà velocità, precisione e lavoro di squadra in gare brevi e intense. Il Mixed 470 richiederà una stretta collaborazione tra compagni di equipaggio, maschi e femmine, per padroneggiare una deriva che ha cresciuto così tanti grandi e famosi velisti. Non vediamo l’ora di continuare la nostra stretta collaborazione con il Cio e il Comitato organizzatore di Parigi 2024 per rispondere alle importanti domande sull’evento Offshore misto per garantire la sicurezza e la protezione dei migliori velisti del mondo. La vela d’altura è un modo entusiasmante per mostrare lo sport e coinvolgere i fan di tutto il mondo con il brivido dell’avventura, dell’integrazione con l’eSport e dei marinai che combattono contro gli elementi”.

Sottolineando: “Marsiglia sarà un luogo perfetto per la competizione olimpica di vela di Parigi 2024 e siamo entusiasti di far progredire lo sviluppo del nostro sport con il Cio e Parigi 2024”.

Graham ha anche affermato: “Ovviamente ci dispiace per la riduzione del numero degli atleti, ma questo ha interessato molti sport, non solo la vela. Apprezziamo le difficili decisioni che il Cio ha dovuto prendere per soddisfare i requisiti stabiliti nella sua Agenda 2020”.

Le nuove discipline sono state incluse nel calendario degli eventi di World Sailing per il prossimo quadriennio e i velisti si stanno già allenando per le Olimpiadi 2024 di Parigi sulle nuove classi. L’Events Committee di World Sailing ora esaminerà le quote dei singoli eventi per promuovere e far crescere l’universalità e la partecipazione in tutte le discipline.

La sicurezza e il benessere degli atleti nella competizione olimpica di vela è una priorità comune di Cio, Parigi 2024 e World Sailing.

World Sailing

World Sailing è l’organo di governo mondiale per lo sport della vela, ufficialmente riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale. World Sailing è responsabile della promozione dello sport a livello internazionale; della gestione della vela ai Giochi Olimpici e Paralimpici; dello sviluppo delle regole di regata e dei regolamenti per tutte le competizioni veliche; della formazione di giudici, arbitri e altri amministratori; dello sviluppo di questo sport nel mondo; di rappresentare i velisti in tutte le questioni riguardanti lo sport.