Bet1128: ieri i più veloci

Mentre il gruppo di testa dei Class40, con la vittoria di GDF Suez con il tempo di percorrenza delle 5.450 miglia di 20 giorni 21 ore 41 minuti e 25 secondi, seguiti da Mare e Tales Santander al traguardo, la lotta nel folto gruppo di centro non lascia spazio ne a tregua ne a riposo. Bet1128, l’azzurra capitanata dal duo Gaetano Mura e Sam Manuard, con 14 nodi stabilisce il record di velocità di Classe.

La stanchezza, al 22esimo giorno di navigazione, è certamente uno dei fattori tattici determinanti in una regata che in questa fase, più che di “potenza” si gioca sulla capacità di controllo e di mantenimento dell’attenzione.

Questa mattina Gaetano e Sam, a bordo di Bet112, riescono a battere il resto della flotta, ma tenere troppa tela a riva con un’attrezzatura già fortemente compromessa può essere rischioso. E Bet1128 improvvisamente subisce il secondo cedimento del bompresso (il piccolo albero orizzontale utilizzato per ancorarvi l’angolo anteriore delle vele di prua). La riparazione dura meno del solito, ma i ragazzi faticano a mantenere la posizione.

Tuttavia è di poche ore fa che Gaetano e Sam sono riusciti a guadagnare una posizione, salendo da 12esimi a 11esimi. Niente male per un’imbarcazione che sin dal Golfo di Biscaglia a lottato senza arrendersi contro rotture e problemi tecnici di ogni tipo.

Il gruppo di centro è compatto e conta almeno una decina di barche, e nelle prossime 500 miglia che restano per raggiungere il traguardo ci aspettiamo ancora diversi colpi di scena. Anche perché a mano a mano che le barche tenderanno a rindossarsi avvicinandosi a Itajaì, il vento si indebolirà progressivamente, rallentando la navigazione e lasciando spazio all’abilità dei timonieri.

Certamente una condizione in cui tutti cercheranno di dare fondo all’ultima stilla di adrenalina!

Share