Fondo calamità naturali, per la vela 50mila euro. In cosa consiste e come fare domanda

E’ stato istituito un fondo a sostegno degli affiliati della Federazione Italiana Vela colpiti da calamità naturali nel 2021. L’ammontare del fondo è di 50mila euro e l’obiettivo è quello di favorire la continuità dell’attività velica.

A renderlo noto la stessa Fiv, che tramite un comunicato ha fatto sapere: “La Federazione Italiana Vela istituisce un fondo di € 50.000,00 interamente destinato alle società affiliate che nel corso del 2021 dovessero subire eventi naturali calamitosi, tali da mettere a repentaglio in modo decisivo la continuità dell’attività sportiva. Lo scopo dell’intervento è quello di favorire la continuità dell’attività velica degli Affiliati; i danni che potranno formare oggetto di domanda di accesso a tale fondo sono solo quelli esclusivamente direttamente utilizzati nella pratica dell’attività sportiva”.

Nello specifico, sono ricompresi i mezzi nautici e le attrezzature veliche dell’affiliato Fiv, in particolare:

  • derive o imbarcazioni di proprietà e direttamente utilizzati per la scuola vela o dati in uso per l’attività sportiva;
  • imbarcazioni di supporto e mezzi di assistenza utilizzati per la scuola di vela o in caso di organizzazioni di attività sportiva o organizzazioni di eventi;
  • attrezzatura tecnica, ivi compresi pontili galleggianti e sistemi per l’alaggio e il varo,
  • Attrezzatura tecnica necessaria per l’attività della Parasailing.

Il fondo calamità naturali è un progetto ideato dalla Federazione con il quale si vuole dare supporto agli affiliati che a causa di danni provocati alla propria base nautica da calamità naturali si trovassero nella condizione di non poter proseguire con lo svolgimento della propria attività velica. Nel dettaglio, la Fiv stanzia un budget di 50.000 euro per l’attivazione di 20 interventi del valore massimo 2.500 euro.

Ma come fare domanda per il fondo calamità naturali istituito dalla Federazione Italiana Vela? Gli affiliati colpiti da calamità naturali dovranno inviare richiesta tramite form, corredando il tutto con gli elementi identificativi dell’evento atmosferico. Sarà necessario allegare anche le foto delle attrezzature danneggiate ed eventuali preventivi per il ripristino o, nel caso di attrezzature non riparabili, fatture per l’acquisto del nuovo. Per poter procedere alla richiesta occorre essere in possesso di determinati requisiti:

  • essere in regola con l’affiliazione per l’anno in corso e con i relativi flussi di tesseramento;
  • essere affiliato alla federazione da almeno un anno;
  • essere regolarmente iscritto al registro Coni;
  • aver avuto la certificazione attività nel corso dell’anno precedente alla richiesta.

Qui è possibile trovare tutte le informazioni necessarie.