Giancarlo Pedote Prysmian Group

Ritorno a La Base, il rally tra Martinica e Lorient di Giancarlo Pedote

Domenica 28 novembre 2021 Giancarlo Pedote è arrivato in Martinica concludendo la sua Transat Jacques Vabre e conquistando con il suo co-skipper Martin Le Pape il sesto posto della classifica nella categoria IMOCA Globe Series. E adesso è già tornato in mare.

Per il suo rientro a Lorient lo skipper fiorentino, a bordo di Prysmian Group, ha deciso di aderire alla nuova iniziativa, “Ritorno a La Base”, organizzata da Lorient Grand Large in collaborazione con la Classe IMOCA. Un vero e proprio “rally” tra Martinica e Lorient.

Giancarlo Pedote non si ferma mai e con Prysmian Group attraversa di nuovo l’Oceano Atlantico per tornare a Lorient, il suo porto d’attracco, con “Ritorno a La Base”, organizzata da Lorient Grand Large. Quest’ultima è un’associazione che supporta da più di 10 anni i progetti d’altura professionali e amatoriali di molti skipper e ospita eventi nautici locali e internazionali. In occasione di questa Transat Jacques Vabre ha deciso di organizzare per le imbarcazioni IMOCA e in collaborazione con la Classe stessa, il ritorno al porto d’origine che per molti team, come quello di Giancarlo Pedote, è La Base di Lorient. Un ritorno via mare sotto forma di rally che può essere svolto sia in doppio sia in equipaggio e che si trasformerà nel 2023 in un vero e proprio evento biennale del Campionato IMOCA Globe Series: una regata in solitario valida per la qualifica al Vendée Globe 2024.

Giancarlo Pedote percorrerà le 3450 miglia nautiche teoriche che separano la Martinica da Lorient con un equipaggio composto da Alessio Cannoni, comandante di Maxi Yacht a vela e regatante dal 1998, anno in cui ha conosciuto Giancarlo quando entrambi erano istruttori presso differenti scuole di vela a Punta Ala, e Francesco Sena, apneista professionista e velista appassionato, creatore di contenuti per il suo canale YouTube dove divulga la sua passione per il mare.

Ma quali sono le regole di “Ritorno a La Base”? La linea di partenza, situata nel nord dell’isola, è stata aperta il 29 novembre e lo resterà per cinque giorni. Gli equipaggi iscritti, Apicil, Maitre CoQ, Macsf, Corum e Prysmian Group, potranno passarla quando vorranno nell’arco dei cinque giorni stabiliti. Il cronometro sarà avviato al momento del via e fermato al taglio del traguardo, posizionato all’ingresso della baia di Lorient. Verranno premiati gli equipaggi che avranno compiuto la traversata nel minor tempo.

Karine Fauconnier, coordinatrice di Lorient Grand Large, ha spiegato: “Questo percorso presenta vari obiettivi. Quello ecologico: riportare le imbarcazioni in Europa via mare offre un’alternativa più sostenibile rispetto al rientro via cargo; quello tecnologico e sportivo: questa traversata è un’opportunità per far navigare i team, che hanno così un’occasione in più di sviluppare e rendere affidabili le imbarcazioni. La navigazione stessa sarà una grande sfida, in quanto gli equipaggi dovranno trovare la rotta migliore per raggiungere il sottovento a nord dell’Anticiclone delle Azzorre e riavvicinarsi all’Europa”.

Sarà possibile seguire ogni giorno la traversata atlantica di “Ritorno a La Base” di Giancarlo Pedote a bordo di Prysmian Group sui social del navigatore fiorentino (Facebook, Twitter, Instagram) e sulla cartografia del sito dell’Associazione Lorient Gran Large.