Primonial

Transat Jacques Vabre, chi sono i primi velisti a completare il percorso nelle diverse classi

La Transat Jacques Vabre sta giungendo al termine. Chi sono stati i primi a completare il percorso? Dopo essere partiti il 7 novembre 2021 da Le Havre, i primi velisti sui multiscafi Ocean Fifty hanno completato la regata transatlantica in doppio arrivando a Fort-de-France, in Martinica.

Transat Jacques Vabre 2021, il podio Ocean Fifty

Ad aggiudicarsi il podio della classifica Ocean Fifty sono stati: al primo posto Sébastien Rogues e Matthieu Souben su Primonial, al secondo Erwan Le Roux e Xavier Macaire su Koesio, al terzo Sam Goodchild e iAymeric Chappellier su Leyton.

Primonial, con a bordo Sébastien Rogues e Matthieu Souben, è stata la prima delle 150 barche in gara a tagliare il traguardo vicino al leggendario Diamond Rock della Martinica. Souben ha detto: “Siamo molto emozionati in questo momento. Non ci aspettavamo che fosse facile, abbiamo detto prima del via che non c’erano favoriti. E’ davvero una bella gara, ma è stata dura perché è stata lunga, più del previsto. Ha richiesto molto impegno, la partita a scacchi sull’acqua è iniziata presto. Abbiamo dato il massimo e ora siamo completamente esausti”. Primonial ha impiegato 15 giorni 13 ore 27 minuti e 14 secondi per coprire le 5.800 miglia teoriche da Le Havre alla Martinica nelle Indie Occidentali, a una velocità media di 15,4 nodi.

Koesio, con a bordo Erwan Le Roux e Xavier Macaire, ha tagliato il traguardo 2 ore, 27 minuti e 58 secondi dopo Primonial. Le Roux ha affermato: “Per fare una buona regata, hai bisogno di buoni concorrenti. Non ci sono stati grandi distacchi e la regata è stata intensa. Questo secondo posto ci si addice perfettamente”. Koesio ha impiegato 15 giorni, 15 ore, 55 minuti e 12 secondi per coprire la distanza di regata.

Leyton, con a bordo Sam Goodchild e iAymeric Chappellier, ha conquistato il terzo posto a 3 ore, 48 minuti e 29 secondi dal vincitore. Sam Goodchild è il primo velista non francese a tagliare il traguardo di questa regata Transat Jacques Vabre 2021. Goodchild ha detto: “E’ stata la nostra prima regata transatlantica su questo tipo di barca. Queste sono barche straordinarie che possono andare molto veloci, quindi bisogna stare attenti. Abbiamo imparato molto sulla barca e su noi stessi”. Aggiungendo: “Siamo stanchi, ma felici di essere arrivati terzi. Ovviamente volevamo vincere, ma il terzo posto non è male. E’ stata una grande Transat. Siamo partiti male nelle prime 12 ore e abbiamo portato con noi questo deficit per tutta la gara. Ma siamo davvero felici di essere tornati e di aver guadagnato alcuni posti durante il periodo di stasi per salire sul podio”. Leyton ha impiegato 15 giorni, 17 ore 15 minuti e 43 secondi per coprire il percorso.

Transat Jacques Vabre 2021, il podio Ultime

Il podio della classifica Ultime è occupato al primo posto da Franck Cammas e Charles Caudrelier su Maxi Edmond de Rothschild, al secondo posto da François Gabart e Anthony Marchand su Svr-Lazartigue e al terzo posto da Armel Le Cléac’h e Kevin Escoffier su Banque Populaire XI.

Maxi Edmond de Rothschild, con Franck Cammas e Charles Caudrelier, ha impiegato 16 giorni, 1 ora, 49 minuti e 16 secondi per percorrere le 7.500 miglia teoriche da Le Havre a una velocità media di 20,51 nodi. Franck Cammas ha detto: “Non abbiamo commesso molti errori, la barca si è comportata bene. Sono 17 giorni che navighiamo duramente e siamo arrivati ​​con una barca all’altezza del 100%. In relazione alla competizione, non sapevamo come sarebbe stata e la nostra fiducia è cresciuta di giorno in giorno. Ieri abbiamo avuto un po’ di stress, con una situazione meteo complicata per noi. Siamo caduti in una zona senza vento e e barche dietro di noi sono riuscite a guadagnare 200 miglia in 12 ore, quindi abbiamo iniziato ad avere paura. Alla fine, hanno avuto il nostro stesso problema molto più tardi”. E Charles Caudrelier ha affermato: “Arriviamo in buona forma. Una volta abbiamo avuto paura, perché abbiamo avuto un guasto al motore, il che significava che non avevamo più energia. Abbiamo cercato di fermarci a Capo Verde, ma alla fine siamo riusciti a rimediare. Non eravamo sempre al 100% del potenziale della barca, ma non lontano. Dobbiamo congratularci con i nostri router meteorologici a terra, perché non è stato sempre facile per loro, hanno fatto davvero un buon lavoro. E’ la prima volta che vedo Franck passare così poco tempo al tavolo da carteggio per commentare le loro scelte”.

Transat Jacques Vabre 2021, il podio IMOCA

Il primo gradino del podio della classifica IMOCA è occupato da LinkedOut, Thomas Ruyant e Morgan Lagravière hanno tagliato il traguardo in Martinica dopo 18 giorni, 1 ora, 21 minuti e 10 secondi di regata. Ruyant ha affermato: “Mi sono divertito molto in acqua con Morgan. E’ una grande esperienza sportiva, questi sono momenti rari. Questa vittoria è stata preparata da diversi mesi, da diversi anni, grazie alla grande squadra che lavora a questo progetto, tante cose sono state fatte prima della partenza, abbiamo avuto la fortuna di avere una barca pronta, di cui avevamo fiducia, che potevamo tirare e che non abbiamo risparmiato”. Il secondo gradino del podio è di Charlie Dalin e Paul Meilhat su Apivia e il terzo è di Jérémie Beyou e Christopher Pratt su Charal.

E sempre in tema di IMOCA, Giancarlo Pedote e Martin Le Pape su Prysmian Group hanno conquistato il sesto posto in classifica, arrivando a Fort-De-France in Martinica domenica 28 novembre dopo 20 giorni, 19 ore, 17 minuti e 54 secondi. Solo qualche giorno prima, venerdì 26 novembre, i due skipper navigavano in ottava posizione e raccontavano: “Navighiamo in un flusso da est sui 13-15 nodi. Abbiamo strambato per portarci più ad ovest per seguire il flusso più costante di Aliseo, che si sposta con la flotta, ma che perderà di intensità all’arrivo. Abbiamo raggiunto i 10° nord e il caldo è ancora intenso, ma più sopportabile. Restiamo concentrati, mancano meno di 500 miglia al traguardo in Martinica. L’arrivo è un momento delicato in una competizione perché si rischia di rilassarsi o cedere alla stanchezza. Noi cerchiamo di vivere il momento presente, senza pensare a quanto manca. Navigando in doppio è più facile, perché ci sosteniamo l’un l’altro e possiamo darci i cambi, che se non riusciamo realmente a riposare”.

Transat Jacques Vabre 2021, il podio Class40

Il podio della classifica Class40 è occupato al primo posto da Antoine Carpentier e Pablo Santurde Del Arco su Redman, al secondo posto da Valentin Gautier e Simon Koster su Banque Du Léman e al terzo posto da Cédric Château e Jérémie Mion su Seafrigo-Sogestran. Antoine Carpentier ha detto: “Non volevamo correre troppi rischi all’inizio, cosa che ci è costata quella prima notte al largo di Cherbourg. Ma abbiamo lavorato duro per rimetterci in gioco. Una volta che siamo andati avanti si è trattato di controllare la gara”.